Canfora contro i topi: funziona davvero?

Ti stai chiedendo se la canfora contro i topi funziona davvero? Nella guida di oggi ti fornirò tutte le risposte.

La presenza di topi in casa è un problema comune e fastidioso. Questi piccoli animaletti possono causare danni enormi, mordendo mobili, cavi elettrici e contaminando il cibo. Inoltre, portano con loro malattie potenzialmente pericolose. Di fronte a questa situazione, è comprensibile cercare soluzioni efficaci ed ecologiche per tenere lontani questi intrusi.

Una delle possibili soluzioni che sta guadagnando popolarità è l’uso della canfora. Sembra che l’odore pungente della canfora sia sgradevole per i topi, che tendono a evitare le aree in cui è presente. Ma funziona davvero? In questo articolo, analizzeremo in modo approfondito le proprietà della canfora e la sua efficacia nel tenere lontani i topi.

Canfora contro i topi: è efficace?

La questione se la canfora possa effettivamente servire come deterrente per i topi è un argomento che ha suscitato molto interesse. Prima di tutto, capiamo cosa sia la canfora. Si tratta di una sostanza bianca, cristallina, con un odore forte e penetrante, spesso utilizzata in prodotti come balsami e lozioni. Questo odore pungente, proprio della canfora, è ciò che, secondo alcuni, potrebbe scoraggiare i topi.

Nota: anche la candeggina ha effetto contro i topi.

Molti testimoniano che l’utilizzo della canfora ha contribuito a ridurre la presenza di topi nelle loro case. Dopo aver posizionato l’olio di canfora in aree problematiche come la cucina, il garage o la dispensa, hanno notato un calo significativo nel numero di roditori. Questo suggerisce che l’odore della canfora possa effettivamente sconvolgere i topi, inducendoli a cercare rifugio altrove.

Ma ciò non significa che la canfora sia una soluzione infallibile. Al contrario, la sua efficacia può variare a seconda di diversi fattori. Ad esempio, la dimensione e la gravità dell’infestazione potrebbero influenzare l’efficacia della canfora. Se l’infestazione è particolarmente grave, la canfora da sola potrebbe non essere sufficiente a risolvere il problema.

Se vuoi provare la canfora contro i topi, qui trovi una selezione di alcune delle confezioni in vendita online.

Un altro fattore da considerare è il fatto che l’odore della canfora svanisce nel tempo. Questo significa che dovrai usare l’olio regolarmente per mantenerne l’efficacia. Inoltre, ci sono anche preoccupazioni relative alla sicurezza. Sebbene la canfora non sia generalmente considerata tossica per gli esseri umani, può essere pericolosa se ingerita, soprattutto per i bambini e gli animali domestici. Pertanto, dovrai fare attenzione a dove posizioni la canfora.

In questa guida pubblicata da Humanitas si dice proprio questo: è perfettamente sicura se usata a scopo aromaterapico (dunque anche per scacciare i topi), ma non deve essere ingerita. Se entra a contatto con la pelle è ancora una volta sicura, a meno di non avere problemi al fegato.

Personalmente preferisco usare gli ultrasuoni per topi, decisamente più efficaci della canfora e assolutamente innocui sia per gli esseri umani, sia per gli animali domestici. Questi apparecchi, infatti, agiscono su frequenze che uomini, cani e gatti non possono recepire, ma che interferiscono con il sistema nervoso dei roditori, impedendo loro di nutrirsi e di riprodursi.

In questo articolo ti ho spiegato che gli ultrasuoni per topi funzionano, dunque ti consiglio di approfondirlo.

Qui di seguito trovi una mia selezione di alcuni degli ultrasuoni per topi presenti online. Ricorda che, per la loro efficacia, conviene comprarne più di uno, così da coprire diversi ambienti domestici

Perché la canfora scaccia i topi?

Sei curioso di sapere perché la canfora riesce a respingere i topi? Bene, la risposta risiede nella sua natura chimica e nelle sensibilità olfattive di questi animali. La canfora è una sostanza volatile, il che significa che si disperde facilmente nell’aria. Questo le consente di rilasciare il suo forte profumo, che è piuttosto distintivo e unico.

Potrebbe interessarti: secondo te il bicarbonato funziona contro i topi? Ho scritto una guida dove te lo spiego.

I topi, come molti roditori, possiedono un senso dell’olfatto molto sviluppato. Utilizzano il loro olfatto per cercare cibo, evitare predatori, riconoscere i membri del proprio gruppo e, in generale, per orientarsi nel loro ambiente. Ora, immagina di avere un senso dell’olfatto così potente e di imbatterti nell’odore robusto e pungente della canfora. Non sarebbe piacevole, vero? Infatti, per i topi, l’odore della canfora è così forte e sgradito che preferiscono evitare le aree dove è presente.

Un altro aspetto importante da considerare è il modo in cui la canfora interagisce con le vie respiratorie. Viene spesso utilizzata in prodotti come balsami e lozioni per le sue proprietà rinfrescanti e decongestionanti. Queste proprietà derivano dalla capacità della canfora di stimolare i recettori del freddo nelle vie respiratorie, creando una sensazione di freschezza e apertura.

Nel caso dei topi, questa sensazione può essere molto sgradevole o addirittura fastidiosa, rendendo l’aria “difficile” da respirare e scoraggiando ulteriormente la presenza in zone dove è presente la canfora. Un discorso molto simile vale per la creolina per allontanare i topi e anche per la naftalina, per via della produzione del naftalene.

Inoltre, la canfora può avere un effetto repellente su altre specie animali, grazie alla sua capacità di interferire con i percorsi di comunicazione chimica. I topi comunicano l’un l’altro attraverso segnali chimici, o feromoni, che trasmettono informazioni importanti come la presenza di un predatore, la disponibilità di cibo o la presenza di un potenziale partner. L’odore forte della canfora può sovrastare questi segnali, creando confusione e sconcerto nei topi, che, di conseguenza, eviteranno l’area.

Quindi, in sintesi, la capacità della canfora di allontanare i topi risiede in una combinazione di fattori: il suo forte odore, che è sgradito ai topi, la sua volatilità, che le permette di disperdersi nell’aria e di diffondere il suo odore, la sua interazione con le vie respiratorie, che rende l’aria sgradevole o difficile da respirare per i topi, e la sua interferenza con i segnali chimici o feromoni, che causa confusione e sconcerto nei topi.

Ricorda però, come abbiamo detto prima, che nonostante queste proprietà, la canfora non è una soluzione infallibile e la sua efficacia può variare a seconda di diversi fattori.

Conclusioni

In conclusione, la canfora può servire come un disinfestante potenziale contro i topi, ma la sua efficacia potrebbe dipendere da vari fattori. E’ importante ricordare che, sebbene possa aiutare, potrebbe non essere una soluzione definitiva, specialmente in caso di gravi infestazioni. In tali casi, potrebbe essere necessario ricorrere a soluzioni come gli ultrasuoni o ai professionisti del settore. Ricorda anche di utilizzare la canfora in modo sicuro, per proteggere la salute della tua famiglia e dei tuoi animali domestici.

Ultimi update 2024-05-28 / Link di affiliazione / Foto da Amazon Product Advertising API

Foto dell'autore

Gabriele Li Mandri

Mega esperto di topi. Insieme a mio papà Enzo, lottiamo da anni contro questi maledetti roditori. Abbiamo un appezzamento di campagna a Calatafimi (Sicilia), e abbiamo imparato a difenderci dai topi e dai ratti utilizzando la qualsiasi, dalle trappole agli ultrasuoni, passando per i veleni!

Lascia un commento