Come uccidere i topi con il gesso? Ecco il trucco fai da te

Ti stai chiedendo come uccidere i topi con il gesso? In questo articolo troverai una guida completa sul metodo fai da te!

Oltre al veleno per topi commerciale, esistono anche altri modi per uccidere i topi in casa, e uno di questi è il gesso mischiato a farina di mais, latte e zucchero. La lotta contro questi piccoli parassiti non è mai stata così semplice e alla portata di tutti. Non importa se vivi in città o in campagna, i topi possono infestare qualsiasi ambiente, causando danni a cibo, mobili e strutture.

È quindi essenziale trovare soluzioni efficaci per eliminare i topi. Il metodo fai-da-te che prevede l’uso di gesso, farina di mais, latte e zucchero, si sta rivelando un veleno per topi fatto in casa particolarmente efficace, offrendo un’alternativa economica e meno dannosa rispetto ai veleni classici. Questa sostanza, inghiottita dai topi, si indurisce nello stomaco provocando la morte degli animali. Continua a leggere per scoprire come realizzare questa soluzione fatta in casa!

Come uccidere i topi con il gesso?

L’eliminazione dei topi utilizzando una miscela di gesso, farina di mais, latte e zucchero è un metodo diffuso e spesso apprezzato per la sua semplicità ed efficacia. Questo sistema si basa sull’azione del gesso che, una volta ingerito dal topo, reagisce con l’acqua nello stomaco dell’animale, indurendosi e causando una serie di problemi digestivi che portano alla morte del roditore.

Il processo per creare la miscela inizia con la preparazione delle proporzioni adeguate degli ingredienti. La proporzione raccomandata è di una parte di gesso, una parte di farina di mais e una parte di zucchero. Questa combinazione è efficace poiché il gesso agisce come agente letale, mentre la farina di mais e lo zucchero fungono da incentivi per i topi, che sono attratti dai cibi dolci e carboidrati. Ecco le proporzioni esatte degli ingredienti da versare in una ciotola:

  • Gesso di Parigi (110 gr)
  • Farina di mais (110 gr)
  • Zucchero (55 gr)
  • Latte (250 ml)

Per preparare la miscela, si inizia mescolando accuratamente il gesso con la farina di mais. È importante assicurarsi che i due ingredienti siano ben combinati per garantire un’efficace distribuzione del gesso all’interno della miscela. Successivamente, si aggiunge lo zucchero al composto, continuando a mescolare fino a ottenere una miscela omogenea. Una volta che tutti gli ingredienti sono ben amalgamati, si versa il latte, utile sia per insaporire il mix, sia per renderlo più morbido.

A quel punto dovrai impastare il tutto e realizzare delle palline, facendo attenzione alla consistenza. Se è troppo duro e secco, e le palline si sfaldano, aggiungi un altro po’ di latte. Viceversa, se il mix è venuto troppo morbido, aggiungi un altro po’ di farina e gesso, come sempre in parti uguali. Dato che il composto non è assolutamente tossico, puoi lavorarlo a mani nude, ma io ti consiglio di usare i guanti per due motivi: per evitare che la pasta si impiccichi alle dita, e per evitare di lasciare il tuo odore sulla miscela, visto che potrebbe allertare i topi. Le palline dovrebbero avere un diametro di circa 4 centimetri.

Per l’uso, si consiglia di distribuire le palline in aree che potrebbero attirare i topi o dove ci sono segni della loro presenza, come vicino a tane, lungo i percorsi che i topi utilizzano per spostarsi, o in prossimità di fonti di cibo. È importante posizionare le palline in luoghi sicuri, lontano dalla portata di bambini e animali domestici, poiché può essere nociva se ingerita.

Una volta che i topi ingeriscono la miscela, il gesso inizia a reagire con l’acqua presente nello stomaco dell’animale, indurendosi rapidamente. Questo processo impedisce ai topi di digerire il cibo e causa disidratazione, portando alla loro morte in un periodo di tempo che può variare da alcune ore a un giorno, a seconda della quantità di miscela ingerita e del peso dell’animale.

È importante monitorare le aree dove è stata distribuita la miscela e rimuovere i topi morti non appena vengono individuati, per prevenire la diffusione di malattie e mantenere un ambiente igienico. Dopo aver rimosso i topi morti, è utile pulire l’area per rimuovere eventuali residui della miscela e impedire l’ingestione accidentale da parte di altri animali o persone.

Nota: le palline di gesso possono dunque rappresentare una valida alternativa alle classiche bustine o ai blocchetti di sostanze rodenticide. Ad ogni modo, però, ciò non toglie che non esistono veleni per topi innocui per cani e gatti, dato che il gesso può essere molto pericoloso anche per gli altri animali, in caso di ingestione.

Qui di seguito trovi una mia selezione di alcune delle confezioni di gesso di Parigi in vendita online.

Come agisce il veleno con gesso e farina di mais?

Il mix di gesso e farina di mais è un metodo utilizzato per il controllo dei roditori, in particolare i topi. Quando un topo ingerisce questa miscela, si avviano una serie di reazioni fisiche che portano alla sua morte. Per comprendere questo processo, è importante analizzare separatamente gli effetti del gesso e della farina di mais e poi considerare il loro effetto combinato.

La farina di mais, da sola, non è tossica per i topi. Tuttavia, funge da esca, attirando i roditori con il suo odore e sapore. I topi sono attratti dalla farina di mais e la consumano facilmente, il che è cruciale per il successo di questa tecnica di controllo, e lo stesso vale per il latte ovviamente. Senza un agente di attrazione efficace, sarebbe difficile per il gesso esercitare il suo effetto.

Il gesso, d’altra parte, è il componente letale della miscela. Una volta ingerito, il gesso reagisce con l’acqua presente nello stomaco del topo, formando una sostanza dura e solida. Questa reazione è dovuta alla natura chimica del gesso, che è un solfato di calcio idrato. Quando il gesso incontra l’acqua, si disidrata e si indurisce, formando una massa pesante.

La formazione di questa massa solida all’interno dello stomaco del topo provoca una serie di effetti dannosi. In primo luogo, la massa si espande, causando un’ostruzione del tratto intestinale. Questo impedisce al topo di consumare ulteriore cibo o di digerire correttamente quello già ingerito. Inoltre, la presenza di questa massa solida può provocare danni fisici alle pareti dello stomaco e dell’intestino, portando a ulteriori complicazioni.

Un altro aspetto importante è il rapido indurimento del gesso. Poiché questa trasformazione avviene velocemente, il topo non ha il tempo di espellere la miscela prima che diventi una massa solida. Questo garantisce l’efficacia del gesso come mezzo di controllo dei roditori, assicurando che una volta ingerita la miscela, le possibilità di sopravvivenza del topo siano davvero minime.

La morte del topo, in seguito all’ingestione di questa miscela, avviene per una combinazione di malnutrizione, disidratazione e lesioni interne. L’ostruzione impedisce l’assunzione di cibo e acqua, portando gradualmente ad uno stato di debolezza e disidratazione. Le lesioni interne possono causare emorragie e ulteriori complicazioni che compromettono la salute del topo.

In conclusione, il mix di gesso e farina di mais uccide i topi principalmente attraverso l’azione fisica del gesso che, reagendo con l’acqua nello stomaco, forma una massa solida che causa ostruzione, lesioni e infine la morte. La farina di mais svolge un ruolo essenziale nell’attirare i topi, assicurando che ingeriscano abbastanza gesso per innescare questo processo letale.

Questo metodo è efficace nel controllo dei roditori, ma richiede un’attenta applicazione per garantire che la miscela sia consumata dai topi e non da altri animali o esseri umani, per i quali può essere pericolosa.

Conclusioni

Oggi hai scoperto come uccidere i topi con il gesso. Questo elemento e la farina di mais, quando utilizzati in combinazione, costituiscono un metodo efficace per il controllo dei roditori. Il loro successo risiede nella loro capacità di attrarre i topi con il profumo e il sapore della farina di mais, e poi causare la morte fisica attraverso l’azione indurente del gesso all’interno del sistema digestivo del roditore. Tuttavia, sebbene questo metodo sia efficace, è essenziale ricordare che deve essere utilizzato con cura.

La miscela può essere pericolosa se ingerita da esseri umani o altri animali, pertanto è fondamentale posizionare le palline di miscela in luoghi sicuri e monitorare attentamente le aree in cui sono state distribuite. Inoltre, è bene rimuovere e smaltire correttamente i roditori morti per prevenire la diffusione di malattie. Tenendo presente questi avvertimenti, il gesso e la farina di mais possono fornire una soluzione efficace e relativamente a basso costo per il controllo dei roditori.

Ultimi update 2024-05-28 / Link di affiliazione / Foto da Amazon Product Advertising API

Foto dell'autore

Gabriele Li Mandri

Mega esperto di topi. Insieme a mio papà Enzo, lottiamo da anni contro questi maledetti roditori. Abbiamo un appezzamento di campagna a Calatafimi (Sicilia), e abbiamo imparato a difenderci dai topi e dai ratti utilizzando la qualsiasi, dalle trappole agli ultrasuoni, passando per i veleni!

Lascia un commento