Cosa mangiano i topi per catturarli?

Ti stai chiedendo cosa mangiano i topi per catturarli con successo? In questa guida ti fornirò alcune idee molto utili.

Catturare un topo può sembrare un compito semplice, ma richiede una buona comprensione di cosa mangiano questi astuti roditori. I topi hanno una dieta onnivora che preferisce granaglie, semi e frutta, ma in presenza di altre opportunità, non disdegnano cibi differenti. Conoscere le loro preferenze alimentari è cruciale per impostare una trappola efficace.

Gli alimenti che comunemente associamo con i topi, come il formaggio, non sono necessariamente il richiamo più efficace. Cibi come il burro di arachidi o la cioccolata sono spesso più attraenti a causa del loro forte odore e della consistenza che può indurre il topo a lavorare più a lungo sulla trappola, aumentando così le possibilità di cattura. Una strategia ben pensata, che tenga conto del comportamento alimentare dei topi, può facilitare significativamente il compito di catturarli.

Cosa mangiano i topi per catturarli?

I topi sono degli animali onnivori, il che significa che possono mangiare una varietà di cibi diversi, ma tendono a preferire cereali, semi e frutta, oltre a ortaggi come i pomodori.

Quando cerchi di catturare un topo e ti stai chiedendo cosa mettere nella trappola, la scelta dell’esca è fondamentale per il successo della cattura. Per attrarli, spesso si utilizzano alimenti dolci o ricchi di grassi, come il burro di arachidi o la cioccolata, perché il loro profumo intenso e la loro consistenza appiccicosa possono attirare i topi efficacemente e farli rimanere attaccati al meccanismo di scatto della trappola.

Nella natura i topi si nutrono di una vasta gamma di cibi che trovano nel loro ambiente: granaglie, frutta caduta dagli alberi, insetti o addirittura piccoli animali. Questo istinto di onnivori li porta a essere attratti da diversi tipi di esche che puoi utilizzare. Ad esempio, un pezzetto di formaggio, nonostante sia un cliché, può funzionare, ma non è l’esca più efficace come si potrebbe pensare. I topi amano anche semi come quelli di girasole o di zucca, e questi possono essere utilizzati come esca per una trappola.

Nota: ho scritto un articolo dove spiego cosa mangiano i topi di campagna.

Quando predisponi una trappola, è importante anche considerare la consistenza e la dimensione dell’esca. Una esca troppo piccola può essere portata via senza attivare la trappola, mentre una troppo grande potrebbe non essere interessante per il topo. Una sostanza morbida e appiccicosa, come il burro di arachidi, è ideale perché aderisce bene al meccanismo di scatto e richiede sforzo da parte del topo per essere consumata, aumentando le possibilità che la trappola si chiuda.

Nota: potrebbe interessarti la mia guida su come scegliere le trappole per topi da esterno.

Inoltre, la posizione della trappola è altrettanto cruciale quanto l’esca che usi. I topi tendono a correre lungo i bordi delle stanze e dietro gli oggetti perché si sentono più sicuri. Posizionare le trappole lungo questi percorsi e in zone dove hai visto segni di topi, come escrementi o danni agli imballaggi di cibo, aumenterà le possibilità di cattura.

L’uso di esche naturali può essere efficace, ma esistono anche esche commerciali appositamente formulate con attrattivi che possono essere più efficaci delle esche casalinghe. Queste esche spesso contengono un mix di sostanze alimentari e non alimentari che attirano i topi. Tuttavia, è essenziale seguire attentamente le istruzioni del produttore per evitare danni agli animali domestici o alla fauna selvatica non target, se decidi di usare un veleno per topi con una formula arricchita da sostanze in grado di attirarli.

Un’altra considerazione importante quando si imposta una trappola è la frequenza con cui controlli e sostituisci l’esca. I topi sono diffidenti delle novità nel loro ambiente, quindi può volerci del tempo prima che si avvicinino a una trappola appena posizionata. Dovresti controllare le trappole regolarmente, almeno una volta al giorno, e sostituire l’esca per assicurarti che rimanga fresca e attraente.

Inoltre, può essere utile cambiare il tipo di esca se noti che i topi non sembrano interessati a quello che hai messo. A volte richiede sperimentazione per scoprire cosa attira di più i topi nella tua specifica situazione. Alcuni topi potrebbero essere attratti da esche inaspettate, come pasta dentifricia o addirittura pezzetti di cotone o filati, che usano per il loro nido.

La pulizia generale e il mantenimento di un ambiente privo di fonti di cibo facilmente accessibili è cruciale per prevenire l’infestazione dei topi. I topi sono attratti da aree dove possono trovare cibo facilmente, quindi eliminando le fonti di cibo aperte, stai riducendo l’attrattiva della tua casa o del tuo spazio di lavoro.

Nota: la scelta dell’esca è fondamentale anche quando usi una trappola per topi fai da te con secchio.

Infine, è importante ricordare che mentre catturare un topo può risolvere temporaneamente un problema, è solo una soluzione a breve termine. Per un controllo efficace dei roditori, potrebbe essere necessario integrare la cattura con altre strategie, come l’esclusione (cioè sigillare le entrate in cui i topi possono entrare usando materiali che non rosicchiano) e la rimozione delle fonti di cibo e nido. Gli ultrasuoni per topi, come ti ho spiegato nel mio blog, sono ottimi per tenere lontani questi parassiti.

Conclusioni

Comprendere cosa mangiano i topi per catturarli e come si comportano è fondamentale per impostare una strategia efficace di controllo dei topi. Attraverso l’uso di esche appetibili, la posizione strategica delle trappole e la manutenzione regolare, puoi aumentare le tue possibilità di catturare questi invasivi roditori.

Foto dell'autore

Gabriele Li Mandri

Mega esperto di topi. Insieme a mio papà Enzo, lottiamo da anni contro questi maledetti roditori. Abbiamo un appezzamento di campagna a Calatafimi (Sicilia), e abbiamo imparato a difenderci dai topi e dai ratti utilizzando la qualsiasi, dalle trappole agli ultrasuoni, passando per i veleni!

Lascia un commento